“La mia nuova collezione è sostenibile per varie ragioni e l’ho intitolata ‘Wood’, Legno, perché stavolta ho utilizzato il legno di scarto che vicene dall’azienda Blu Italy, per lavorarlo e ottenerne quasi un tessuto con cui ho ricamato i capi della sfilata”. Caterina Moro, giovane stilista romana, votata alla sostenibilità dal suo esordio nella moda, dopo gli studi all’Accademia di Costume &Moda, ha cominciato “a pensare” dice lei, come poter realizzare una moda compatibile con l’ambiente.

La stilista lo fa seguendo alcuni regole: “Realizzo stampe su tessuti naturali con tinture completamente biologiche, utilizzo materiali di scarto e li riciclo lavorandoli, e per quanto i tessuti prendo scarti di magazzino delle grandi aziende a prezzi convenienti attraverso la piattaforma Wastemark. Per il denim mi rivolgo ad aziende come la Berto, nel padovano, in Veneto, che produce certificazioni Gots per la produzione sostenibile della tela di Genova”.

Svelati i suoi segreti la collezione Wood sfila attorno ad uno spoglio bosco fatto di scarti di legno naturale. Sono 30 outfit (ma la collezione completa conta 100 capi) che vanno dal trench più gonna in eco-pelle plissè color sigaro, ai maglioni color pervinca al completo color lime in velluto a riccioli effetto astrakan, fino all’abito in organza bianca con foglie di tessuto di legno che sembrano foglie di platano ricamate sulla gonna vaporosa.

Copyright © 2020 ANSA. All rights reserved.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Pesavento raggiunge i 10 milioni di euro di giro d’affari

Lun Feb 3 , 2020
Nato 27 anni fa a Vicenza dall’idea di Chiara Carli e Marino Pesavento, il marchio di gioielleria è tornato ad affiancare alla collezione di gioielli […]